Fermiamo la violenza. No ai bambini soldato!

"Andavo a scuola e sono venuti in classe a prenderci;

è così che ho imbracciato un fucile. Avevo solo 11 anni."


Mike è uno dei 30.000 bambini reclutati dall'esercito dei ribelli nella Repubblica Democratica del Congo. Ma il numero dei bambini soldato è in crescita nel Sud Sudan e in Medio Oriente, in tutti i paesi colpiti da guerre e conflitti. I bambini soldato crescono imparando a violentare, saccheggiare, uccidere: questo gli viene insegnato. 

In tutto il mondo, sono oltre 300.000 i bambini coinvolti in conflitti armati. Vengono sfruttati da eserciti paramilitari e gruppi ribelli. Spesso vengono rapiti, o reclutati con l'inganno: questi bambini non servono solo a combattere, sono utilizzati come spie, rilevatori di mine, o anche abusati sessualmente. La loro salute e la loro vita sono in pericolo. La loro infanzia e il loro futuro vengono sacrificati in nome delle guerre degli adulti. 

World Vision è impegnata in campagne contro il reclutamento dei bambini soldato, nei paesi dove questo crimine è più diffuso. Da oltre 65 anni, siamo in prima linea per salvare i bambini dalla violenza, nei luoghi più instabili del mondo. 

Firma la petizione, unisciti a noi. Aiutaci a fermare questa violenza!

Sign Petition
Sign Petition
You have JavaScript disabled. Without it, our site might not function properly.

privacy policy

By signing, you accept Care2's terms of service.

Having problems signing this? Let us know.